Il Pagellone di SPURS 5-0 Swansea

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   sv   come sottolineato da Nicola Roggero in telecronaca, tocca il primo pallone con le mani all’ottantesimo. I cigni non riescono ad arrivare praticamente mai dalle sue parti in tutta la partita.

WALKER   7   inizia il match ricevendo una poco piacevole pedata in faccia da parte di Taylor. L’arbitro incredibilmente grazia il terzino degli ospiti e non lo ammonisce nemmeno. Per fortuna non ci sono gravi conseguenze per Kyle, che riprende subito a spingere sulla corsia di destra arrivando spesso al cross.

DIER   6.5   amministra la situazione senza particolari problemi.

VERTONGHEN   6.5   vale quanto detto per il compagno di reparto.

ROSE   6.5   gli ospiti stanno arroccati nella loro metà campo (con scarsi risultati) e quindi Danny può concentrarsi sulla fase offensiva, interagendo bene con Son e gli altri compagni in fase di impostazione.

WANYAMA   6.5   gli avversari sono veramente poca cosa, per cui non deve sbattersi più di tanto per recuperare il pallone (che è quasi sempre in nostro possesso). Ha anche l’occasione per segnare, ma sotto rete dimostra di non avere l’istinto del bomber.

DEMBELE   6.5   anche lui ha vita facile e può far partire le nostre azioni senza troppo fiato sul collo.

ALLI   7   si procura il rigore che sblocca l’incontro facendosi toccare dall’ingenuo Naughton. Non segna ma mette lo zampino in diverse nostre azioni, comprese quelle dei gol.

ERIKSEN   7.5   dopo essersi sbloccato contro il Chelsea la scorsa settimana, continua il buon momento del fantasista danese, che va a referto per ben due volte.

SON   7.5   Segna un gol da cineteca in mezza rovesciata sul finire di primo tempo e serve a Kane il pallone del 3 a 0 che spezza le gambe agli avversari ad inizio ripresa.

KANE   8   (Man of the Match) decisiva la sua doppietta che tra il finire del primo tempo e l’inizio del secondo indirizza la partita sui binari giusti.

SISSOKO   sv

WINKS   sv

ONOMAH   sv

 

GLI AVVERSARI   3   di gran lunga la peggior formazione incontrata in stagione. La loro posizione in classifica è al momento meritatissima e se non cambiano qualcosa difficilmente riusciranno a salvarsi.

Il Pagellone di Chelsea 2-1 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6   non può nulla sui 2 gol del Chelsea; anzi per poco non compie un miracolo sul tiro di Moses deviandolo sul corpo di Vertonghen, ma la sorte oggi non è dalla nostra parte e dopo aver impattato sul nostro centrale belga il pallone finisce in fondo al sacco.

WALKER   6   molto bene nel primo tempo, poi cala assieme a tutti i compagni dopo i due schiaffi dei blues.

DIER   5.5   non era una giornata facile per la nostra difesa e si è visto.

VERTONGHEN   6   non ha particolari colpe, anzi per poco non salva alla disperata sulla conclusione di Moses che decide l’incontro.

WIMMER   5.5   viene schierato largo a sinistra a causa della squalifica di Rose e dell’infortunio di Davies. Soffre un po’ la velocità di Moses prima e Willian poi; rivedibile la sua posizione sul secondo gol.

WANYAMA   6.5   dopo un discreto primo tempo, in cui viene messo in ombra dalla classe dei suoi compagni, nel secondo è l’ultimo ad arrendersi e prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo con la sua atleticità.

DEMBELE   6   ottimo primo tempo, in cui tiene in scacco i centrocampisti del Chelsea. Nella ripresa si spegne e tutta la squadra ne risente.

SON   5.5   disputa una partita di sacrificio, correndo molto sulla fascia sinistra, ma alla fine conclude poco.

ALLI   5.5   serve ad Eriksen il pallone che ci porta in vantaggio, ma poi si vede troppo poco.

ERIKSEN   6   il suo gol ci porta in vantaggio e ci dà la caricare per disputare un buon primo tempo, ma nella ripresa non c’è traccia del danese.

KANE   6.5   si sbatte per la squadra, segna purtroppo in fuorigioco e arriva più volte alla conclusione, ma oggi anche Mr London Derby non riesce ad evitare la sconfitta.

N’KOUDOU   6   prova a creare qualcosa nei minuti che ha a disposizione.

WINKS   sv

JANSSEN   sv

 

GLI AVVERSARI   7   alla fine è arrivata la prima sconfitta stagionale in Premier League ed arriva su un terreno decisamente ostile (non vinciamo a Stamford Bridge dal lontano 1990). Complimenti a Pancrazio ed ai suoi uomini, che riescono a ribaltare il risultato tra fine primo tempo ed inizio ripresa.

 

Il Pagellone di Monaco 2-1 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   8   (Man of the Match) perdiamo subendo due gol, ma il migliore in campo è per distacco il nostro estremo difensore, che con un rigore parato ed almeno 3 interventi disperati evita che il divario diventi imbarazzante. Fossi in lui inizierei a cercare una squadra che possa garantirgli i palcoscenici che si merita, in Europa League è sprecato e ci ha già sprecato troppo tempo. Ovviamente spero non che non la pensi come me..

TRIPPIER   5   Walker è un’altra cosa; questo al massimo può fare l’Europa League.

DIER   5   si vede che ormai è un centrocampista a tutti gli effetti: entra come un macellaio in area causando il rigore che Falcao non riesce a trasformare.

WIMMER   5   spesso fuori posizione sui cross che arrivano agli attaccanti monegaschi. 

ROSE   5.5   prestazione incolore, non arriva mai al cross.

WANYAMA   5.5   si adegua allo scarso livello dei compagni.

DEMBELE   5   continua il momento no per il centrocampista belga, che non riesce a riproporsi con la continuità dello scorso anno.

WINKS   5.5   l’esordio da titolare in Champions League non è memorabile come quello di pochi giorni fa in Premier League; anzi è una gara da dimenticare in fretta.

ALLI   5.5 serve un delizioso pallone a Son, che spreca malamente dopo pochi minuti. Poi il nulla. Ah, il rigore non c’era.

SON   0   troppo scarso per essere vero; non gli ho visto fare una cosa giusta. Imbarazzante.

KANE   6   è ancora lontano dalla forma migliore e non è per nulla assistito dai suoi compagni. Trasforma con freddezza il rigore che porta il risultato in parità e potrebbe darci la carica per cercare la vittoria, ma dopo neanche trenta secondi i padroni di casa sono di nuovo avanti.

ERIKSEN   6  Poch lo butta dentro sperando che una sua giocata cambi la partita, ci prova anche ma senza sortire alcun effetto.

JANSSEN   sv   evito di prendermela con lui stasera, considerando la prestazione indegna della maggior parte dei suoi compagni.

SISSOKO   sv 

 

GLI AVVERSARI   7   se all’andata hanno avuto fortuna, questa volta vincono convincendo. Anzi, il divario sarebbe dovuto essere anche più ampio. Si qualificano con merito alla fase ad eliminazione diretta della Champions League, complimenti.

 

NB: nel caso dovessimo qualificarci per l’Europa League (cosa non scontata visto il nostro record a Wembley) scordatevi il Pagellone per le gare del giovedì.. non ne posso più di quella competizione.

Il Pagellone di SPURS 3-2 West Ham

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6   gli Hammers vanno a segno con una deviazione di testa da un metro ed un tiro dagli undici metri, su cui il nostro portiere (e capitano) può farci ben poco.

WALKER   6   lo salvo perché non ha colpe particolari, ma potrebbe dare di più.

DIER   6.5   un suo lancio “alla Alderweireld” manda in rete Eriksen dopo pochi minuti, ma purtroppo il danese parte leggermente più avanti di Ogbonna e l’arbitro giustamente non convalida il gol. Nella ripresa va vicino al gol con un bel colpo di testa, ma Randolph si supera e gli nega la gioia.

VERTONGHEN   6.5   ennesima dimostrazione di solidità (sia mentale che fisica).

ROSE   5.5   troppe sbavature e troppi palloni persi banalmente, soprattutto nel primo tempo.

WANYAMA   6   fa il suo sporco lavoro, ma nulla di più.

DEMBELE   5.5   non è il Dembele della passata stagione o quello che ci ha tolto dai guai all’Emirates un paio di settimane fa.

WINKS   6.5   Poch lo schiera dall’inizio in una gara sentita come il derby con il West Ham. Il giovane Harry (nome che in zona N17 negli ultimi anni sembra essere particolarmente promettente) non si fa travolgere dalle emozioni e trova anche la prima rete in Premier League.

ERIKSEN   5   a sto giro ha mandato il gemello scarso, il problema è che lo sta proponendo con troppa frequenza.

JANSSEN   4.5   basta Poch, non lo possiamo più vedere. Se fino ad ora si era limitato a non fare nulla in fase offensiva, a sto giro decide anche di andare a far danni in difesa, provocando il rigore che riporta gli Hammers in vantaggio a metà ripresa. Quando esce la musica cambia e non credo sia un caso.

KANE   6   segna una doppietta tra l’89esimo ed il 91esimo che rimarrà nella storia dei derby col West Ham, ma onestamente mi sembra ancora lontano dalla forma migliore.

SON   7   (Man of the Match) il suo ingresso in campo cambia la partita. Da un suo traversone nasce il facile tap-in che permette a Kane di pareggiare i conti e si procura il rigore che decide l’incontro.

ALLI   sv

TRIPPIER   sv

 

GLI AVVERSARI   6.5   riescono a segnare per ben due volte a White Hart Lane e non è cosa da poco, visto che che finora avevamo preso soltanto due gol in casa in tutte le altre partite di Premier League. Riescono a ad incanalare la partita nei binari a loro preferiti, ma nei  minuti finali di questo pazzo derby il muro eretto a difesa della porta crolla e tornano a casa a mani vuote.

Il Pagellone di Arsenal 1-1 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6   attento quando i Gunners si fanno vivi dalle sue parti. Non può nulla sullo sfortunato colpo di testa di Wimmer.

WALKER   7   sembra essere tornato sugli ottimi standard di inizio stagione, contro avversari tutt’altro che facili come Ozil, Sanchez e Monreal. Deve lasciare spazio a Trippier nel finale a causa di infortunio che però non sembra preoccupante.

DIER   6.5   qualche imprecisione qua e là, ma nel complesso la sua prestazione è più che decorosa.

WIMMER   6.5   sarebbe stato in lizza per il Man of the Match, ma purtroppo non posso non considerare quello sventurato colpo di testa che manda il pallone oltre Lloris sul finire di primo tempo. L’austriaco però non si lascia abbattere dallo spiacevole evento e continua a contrastare gli attacchi avversari con la testa sgombra.

VERTONGHEN   7   è il più esperto della sperimentale difesa a tre e dimostra di essere anche un ottimo leader.

ROSE   6.5   Walcott e Bellerin non sono certo gli avversari più accomodanti contro cui giocare, ma il nostro terzino sinistro non si fa scoraggiare e spinge bene sulla corsia di competenza.

WANYAMA   6.5   come al solito erige un solido muro davanti alla difesa.

DEMBELE   7.5   (Man of the Match) dopo le opache prestazioni dell’ultimo periodo torna il funambolico trascinatore che faceva la differenza nelle passate stagioni. Da una sua iniziativa personale nasce il rigore che riporta il match in equilibrio.

SON   6.5   il rientro di Kane al centro dell’attacco gli permette di poter giocare nel suo ruolo preferito con compiti più idonei alle sue caratteristiche. E i risultati si vedono: la sua rapidità fa paura alla difesa avversaria che spesso è costretta al raddoppio.

ERIKSEN   6.5   questo è il gemello forte di quello visto mercoledì a Wembley. Non ci possono essere altre soluzioni (a meno di un improbabile caso di Dr Jekyll e Mr Hide). Una sua punizione velenosissima per poco non ci fa andare via dall’Emirates con l’intera posta in palio.

KANE   6   è tornato l’uragano. Non è ancora al meglio, ma la sua presenza in campo funge da volano e carica tutto il gruppo. Ha la freddezza necessaria per superare Cech dagli undici metri. Bentornato Harry!

JANSSEN   5.5   Kane ovviamente non ha i 90 minuti nelle gambe, per cui Poch è obbligato ad inserire sto paracarro nell’ultimo quarto d’ora. Avrebbe anche un paio di palloni interessanti, ma ovviamente non riesce a combinare nulla di buono.

TRIPPIER   6   sostituisce l’acciaccato Walker nel finale.

WINKS   sv

 

GLI AVVERSARI   6   non sono lo schiacciasassi visto in questo inizio di stagioni, ma i derby, si sa, sono una cosa a sé. I North London Derby poi ancora di più. Alla fine ne esce un pareggio tutto sommato giusto e che va bene ad entrambe le squadre.