Il Pagellone di SPURS – Stoke City 5-1

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

 

LLORIS   5.5   inoperoso per tutto il match, salva bene su Shaqiri. Poi però quella topica che gli costa il clean sheet. Meno male si sia giocato il jolly sul 5-0…

TRIPPIER   6   Solita consistente presenza in fase offensiva. Poco impegnato in difesa.

DIER   6   Gioca centrale a due dopo tempo immemore, ma lo Stoke davvero poca roba oggi. 

VERTONGHEN   6   Stesso discorso fatto per Dier, non deve impegnarsi più di tanto… 

DAVIES   6.5   Torna titolare e come Trippier si fa spesso vedere in fase offensiva. Splendido il cross per Kane in occasione del 3-0. 

WINKS   6   Gli anglofoni hanno un termine che si adatta perfettamente a HW, “composed”. Ordinato, preciso, pulito, anche se l’avversario è stato poco probante. 

DEMBELE   6   Inizia un pò indisciplinato e nervoso. Il gol dell’1-0 scioglie un pò di nervosismo per tutta la squadra, e Mousa comincia a giocare. Domina a centrocampo, ma più della sufficienza non si può vista la prestazione terribile degli avversari.

ALLI   6.5   Nel primo tempo gioca un pò a nascondino. Il vantaggio costringe lo Stoke a rischiare qualcosina in più, così il nostro #20 comincia a trovare più spazio. Ottimo il filtrante per il 2-0 di Son. 

ERIKSEN   6.5   Stesso discorso di Alli, si nasconde nel primo tempo. Nella ripresa trova più spazio e chiude un rapido contropiede, aprendo la manita in faccia agli avversari. 

SON   7.5 (Man of the Match)   Decido di premiare il sudcoreano per due motivi. Nel primo tempo è l’unico che punta l’uomo, ed una sua giocata sulla fascia propizia l’autogol di Shawcross. Nel secondo tempo, segna il gol spartiacque che dà tranquillità ai compagni, e rompe le speranze altrui. Ciliegina sulla torta, il preciso assist per Eriksen. 

KANE   7   Nei primi 50′, sembra si sia al 9 di agosto piuttosto che di dicembre, visto che spreca due limpide occasioni, che solo ad agosto gli si è visto fare. Poi tra 54′ e 65′ segna i gol numero 49 e 50 del suo anno solare. Numeri da giocatore che a mio avviso ha meritato la top 10 al Pallone d’Oro. 

LAMELA   (67′)   6   Entra a partita ormai chiusa, ma cerca con insistenza di farsi trovare in posizioni propizie per segnare. Segnali positivi.

SISSOKO   (77′)   sv

LLORENTE   (85′)   sv 

 

GLI AVVERSARI   4   Sono ormai abbonati ad imbarcate contro di noi. Il tabellino dice 17-1 nelle ultime quattro. Squadra disunita, attaccanti svogliati. Peggiore difesa della Premier al momento, ed oggi si è visto. 

Il Pagellone di SPURS 1-0 Crystal Palace

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

GAZZANIGA   6.5  a parte il brivido iniziale (uscita scomposta su Sakho che avrebbe potuto tranquillamente portare ad un rigore per gli ospiti), sfrutta bene la chance datagli dai simultanei infortuni di Lloris e Vorm. Le Eagles arrivano spesso al tiro ed il nostro terzo portiere dimostra di avere dei buoni riflessi.

AURIER   5  da suoi errori ed imprecisioni nascono diverse occasioni per il Palace. In questo momento Trippier è due spanne sopra.

SANCHEZ   6.5  mette il suo fisico e la sua duttilità al servizio della squadra.

DIER   7  (Man of the Match) gioca al centro della difesa a causa dell’infortunio di Toby; con le sue scivolate in extremis salva il risultato.

VERTONGHEN   6.5  sempre preciso sul diretto avversario.

ROSE   6  torna titolare dopo il lungo stop; è ancora lontano dalla forma migliore.

WINKS   6  gara senza infamia e senza lode per il giovane centrocampista fresco di conferma in nazionale.

SISSOKO   6.5  si dimostra utile alla causa, soprattutto in fase di rottura della trama avversaria.

ERIKSEN   5  se stentiamo a produrre chance e bel gioco è soprattutto a causa della giornata no del nostro folletto danese.

SON   6  segna il gol che decide l’incontro, ma spreca diverse occasioni per raddoppiare e farci vivere un finale più sereno.

KANE   6  lotta come sempre, ma sta volta non riesce a far male agli avversari.

DEMBELE   6.5  entra per dare un po’ di ordine alla nostra manovra.

LLORENTE   6  il Palace è una squadra molto fisica ed i suoi centimetri servono più nella nostra area che nella loro nei minuti finali.

DAVIES   SV

 

GLI AVVERSARI   6.5  dimostrano di meritarsi di piu di quello che hanno raccolto finora. Se non si abbattono hanno le carte in regola per salvarsi.

Il Pagellone di SPURS 3-1 Real Madrid

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   7  sempre pronto sui tiri di CR7 e compagni. Per un attimo la regia inquadra Vorm senza tuta, pronto ad entrare in campo, ma per fortuna è soltanto un falso allarme.

TRIPPIER   7.5  al posto del piede destro ha il tasto rotondo di un joystick della playstation. Oltre all’ assist per il primo gol, serve altri palloni interessanti, curiosamente sempre ad Alli.

ALDERWEIRELD   6  si fa male a metà primo tempo, speriamo non sia nulla di grave.

SANCHEZ   7  la panchina di Old Trafford sembra avergli fatto bene; a mio avviso è la sua migliore prestazione con la nostra maglia.

VERTONGHEN   7  a volte potrà non essere stilisticamente perfetto, ma riesce sempre a respingere con efficacia gli attacchi avversari. 

DAVIES   6.5  convincente sia in attacco che in difesa. Col recupero di Rose non ha piu il posto garantito e dovrà convincere di volta in volta Pochettino a preferirlo al nazionale inglese.

WINKS   7  innesca l’azione del vantaggio con una bella apertura verso Trippier. Non appare a disagio in mezzo a mostri sacri come Modric e Kroos.

DIER   7  prima a centrocampo e poi al centro della difesa a tre, riesce sempre ad arginare gli avversari.

ERIKSEN   7.5  riesce a mettere il sigillo personale che suggella un’ottima prestazione. Nel finale serve anche un cioccolatino a Llorente, che però non lo sa sfruttare.

ALLI   8  (Man of the Match) torna a giocare in Champions League dopo la squalifica rimediata lo scorso anno e si rende subito protagonista con una doppietta che annichilisce i campioni in carica.

KANE   7  non segna, ma gioca per la squadra, al servizio dei compagni. Manda in rete Eriksen in occasione del terzo gol.

SISSOKO   6.5  porta fortuna: dopo il suo ingresso andiamo subito in vantaggio.

DEMBELE   6  si fa notare più per la sua irositá che per la qualità delle sue giocate, ma va bene così.

LLORENTE   SV

 

GLI AVVERSARI   5  non ho ancora capito quanto sia stato merito nostro e quanto demerito loro; fatto sta che dai campioni in carica mi sarei aspettato molto di più.

Il Pagellone di SPURS 0-0 Swansea

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS  6  qualche rinvio sbilenco, ma nulla di grave. Tra i pali non deve compiere interventi importanti.

TRIPPIER  6  prima a destra e poi a sinistra, ma non riesce a far male da nessuna parte.

ALDERWEIRELD  6.5  solido dietro e preciso nei passaggi. Fa il suo non facendo segnare gli avversari, poi i gol li devono fare altri.

SANCHEZ  5  è ancora troppo impreciso e imprudente per la Premier, speriamo impari in fretta.

VERTONGHEN  6.5  dietro ha vita facile e si lancia spesso in zingarate nella metacampo avversaria. Guadagna anche una bella punizione nel primo tempo, che però Dier non riesce a sfruttare.

SISSOKO  6.5  è uno dei più propositivi fino a quando Poch lo richiama in panchina.

DIER  6  partita da compitino e con i compitini non si vincono le partite.

ERIKSEN  5.5  con una partita bloccata e gli avversari tutti dietro è lui l’uomo che può togliere le castagne dal fuoco con una giocata da fuori, ma non si rende mai pericoloso.

ALLI  5  è l’ombra di sé stesso. Evanescente.

SON  6  prova a segnare come contro il Dortmund, ma Fabianski si dimostra più sveglio del portiere dei crucchi e non si fa sorprendere sul suo palo.

KANE  6.5  sta volta l’uragano sbatte contro la traversa ed un Fabianski in stato di grazia.

AURIER  6.5  si rende pericoloso, procurandosi anche un rigore che però non viene visto dall’arbitro.

LLORENTE  sv

 

GLI AVVERSARI  6  ormai la ricetta per Wembley l’hanno capita tutti: parcheggi il pullman e almeno un punto te lo porti a casa.

Il Pagellone di SPURS 3-1 Borussia Dortmund

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS  6.5  tempestivo nelle uscite ed è un dettaglio non da poco quando giochi contro giocatori veloci come Aubameyang. Non può nulla sul capolavoro di Yarmolenko.

AURIER  6.5  Pochettino sceglie una partita delicata per far esordire il terzino ivoriano. L’ex PSG però dimostra di essere abituato a questo palcoscenico mostrando qualità e sostanza lungo la corsia destra. Il potenziale c’è, ora deve lavorare per inserirsi nei nostri meccanismi.

ALDERWEIRELD  6.5  chiusure chirurgiche e diagonali ben eseguite ci consentono di mantenere il vantaggio e resistere a quello che a tratti è sembrato un assedio (soprattutto nel primo tempo).

SANCHEZ  6  gara onesta, senza acuti ma soprattutto senza errori.

VERTONGHEN   7   se chiudiamo il primo tempo in vantaggio è gran parte merito suo e delle sue chiusure. Nel secondo tempo gli avversari man mano calano (soprattutto dopo il nostro terzo gol) e conseguentemente cala la pressione sulla difesa. L’espulsione nel finale non rovina la sua prestazione, soprattutto perchè la prossima partita non è a Madrid ma a Nicosia.

DAVIES   6.5  bene soprattutto in fase difensiva. Non si vede molto in attacco non per suoi demeriti ma per il tipo di partita che abbiamo disputato: stranamente pragmatici e poco fumosi.

DIER  6  si destreggia in mezzo ad un centrocampo di qualità come quello del Dortmund.

DEMBELE   6  questa volta non riesce ad avere il controllo del centrocampo per via della qualità degli avversari, ma tutto sommato se la cava.

ERIKSEN   7  fa sembrare naturale che il pallone rimanga incollato al piede dopo un lancio di cinquanta metri. La difesa ballerina del Dortmund è un invito a nozze per i suoi passaggi filtranti, con cui innesca ripetutamente Kane e Son.

SON   7.5  sblocca la partita con una bella incursione sulla sinistra ed il gentile contributo di Burki.

KANE  8  (Man of the Match)  l’uragano continua a soffiare e con un assist e due gol spazza via lo spettro di Wembley e dei tedeschi (spauracchi storici degli inglesi).

SISSOKO  sv

LLORENTE  sv

 

GLI AVVERSARI   6.5  vengono a fare la partita e ci riescono: il 64% di possesso palla contro di noi è un evento più unico che raro. Le partite però si vincono con i gol e con una buona difesa (cosa che abbiamo imparato sulla nostra pelle). Ovviamente il gol ingiustamente annullato a Aubameyang incide non poco sul risultato finale.