Il Pagellone di Hull City 1-7 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6  incolpevole sul gol che gli nega la gioia di dividere il Golden Glove con Courtois. Forse è meglio così, perchè aver avuto la miglior difesa, il miglior attacco, il capocannoniere e pure il portiere con più clean sheets e non vincere nulla sarebbe stato ancora più beffardo (non che così non lo sia).

TRIPPIER   7.5  nel caso Walker dovesse lasciare la squadra in estate, Kieran sarebbe pronto a diventare un titolare fisso. Ha un piede educatissimo e sforna assist su assist.

ALDERWEIRELD   7  riesce a trovare la gioia del primo gol stagionale in Premier League, oltre alla solita ottima prestazione in difesa.

VERTONGHEN   5.5  l’unico neo della schiacciante prestazione odierna è il suo errore in occasione del gol dei padroni di casa.

DAVIES   7.5  trova il suo primo gol con la nostra maglia, e che gol!

WANYAMA   7.5  domina in mezzo al campo e si toglie pure la soddisfazione di chiudere la stagione con un gol.

DIER   7  splendido il lancio per Trippier in occasione del nostro secondo gol. In mezzo al campo, con la sua fisicità, ha vita facile contro avversari troppo arrendevoli.

ERIKSEN   7  regista avanzato di un’orchestra di prima qualità.

ALLI   7  chiude la sua seconda stagione in Premier League con un gol e tante giocate degne di nota (tra cui l’assist per il terzo gol di Kane). 

SON   7  anche lui saluta un’ottima stagione con una bella prestazione, condita da un assist e tante giocate di qualità. E’ arrivato in sordina, ma ora è uno dei nostri giocatori più pericolosi.

KANE   10  (Man of the Match) è in condizione clamorosa: tutto ciò che tocca diventa ora. Nel giro di una settimana va a segno per ben 8 volte (in 3 partite) andandosi a prendere di prepotenza il titolo di capocannoniere della Premier League per il secondo anno consecutivo (nonostante i 2 infortuni che non gli hanno permesso di giocare diverse partite).

DEMBELE   SV

SISSOKO  SV

JANSSEN  SV

GLI AVVERSARI   4   troppo brutti per restare in Premier.

Il Pagellone di SPURS 2-0 Arsenal

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   7  soprattutto ad inizio partita, ci affidiamo spesso al nostro estremo difensore in fase di palleggio e Hugo è bravo a non farsi intimidire dal pressing degli uomini di Wenger. Salva anche la vita ad un vip con una  bella parata su un tiro a giro di Ramsey.

TRIPPIER   7  in campo a sorpresa al posto del più gettonato Walker, non sfigura difendendo efficacemente sulla corsia di destra.

DIER   7  quantità e qualità sia in fase di possesso sia in rottura.

ALDERWEIRELD   7  granitico come sempre in difesa e sicuro in fase di impostazione.

VERTONGHEN   8  (Man of the Match) si guadagna il titolo di migliore in campo in questo ultimo derby a White Hart Lane con una prestazione solida e rassicurante per i compagni di squadra. Giroud, Sanchez e Ozil non riescono a superarlo mai.

DAVIES   6.5  fa il suo sulla corsia di sinistra, arrivando spesso anche al cross.

WANYAMA   7.5  con Dembele in panchina ha tutto il peso del centrocampo sulle sue spalle, ma non si scompone ed annienta gli avversari.

ERIKSEN   7  commette un brutto errore da due passi nel primo tempo, ma si fa perdonare con la giocata che manda in rete Alli.

ALLI   7.5  sbaglia un gol incredibile nel primo tempo, ma non si demoralizza e ci porta in vantaggio con una bella zampata in mezzo a cinque maglie rosse.

SON   7  nel primo tempo mette costantemente in difficoltà Chamberlain (che non è proprio un terzino). Nella ripresa i suoi compagni salgono in cattedra ed il coreano viene un po’ eclissato.

KANE   7.5  lotta su ogni pallone come un gladiatore, partecipa all’azione del primo gol, si procura e trasforma il rigore (sacrosanto checché ne dica Marianella) del definitivo due a zero.

DEMBELE  SV

SISSOKO  SV

WALKER  SV

 
GLI AVVERSARI   5  nel primo tempo ci tengono testa (anche se sbagliamo due chances clamorose), ma dopo i due gol nel giro di 2 minuti non riescono a rientrare in partita. Era fondamentale vincere l’ultimo derby a WHL per farlo riposare in pace. Finalmente finiranno dietro di noi, anche se abbiamo ben altri traguardi a cui pensare ;) 

Il Pagellone di Crystal Palace 0-1 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6   avere un portiere che fa lo spettatore in campo per 97 minuti in trasferta contro la squadra più in forma del momento non è da tutti.

WALKER   6.5   tra Townsend, Zaha e Puncheon ha sempre a che fare con clienti scomodi, ma il nostro terzino non si scompone e prevale sulla corsia di destra.

ALDERWEIRELD   6.5  solita classe nel frustrare gli avversari, va anche vicino alla gloria personale girando dal cuore dell’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

DIER   7   prestazione convincente, sia nei 3 dietro sia in mezzo al campo.

VERTONGHEN   7   ennesima prova di solidità, fisica e mentale.

DAVIES   6  non puntiamo molto su di lui e sul suo lato, ma si fa trovare pronto quando viene chiamato in causa.

WANYAMA   6   lotta in mezzo al campo come ci ha abituato, ma l’ammonizione rimediata troppo presto e l’inutilità del pareggio che stava maturando spingono Pochettino a sostituirlo durante l’intervallo.

DEMBELE   5.5  qualche distrazione e qualche errore di troppo, un cartellino giallo e a quanto pare anche un infortunio (spero nulla di grave) gli fanno abbandonare il campo a fine primo tempo insieme al suo compagno di reparto.

ERIKSEN   8  (Man of the Match) è l’unico ispirato dei nostri in uno scialbo primo tempo e decide l’incontro nella ripresa con un gol fenomenale da casa sua. I veri giocatori si vedono nei momenti importanti e stasera ha dimostrato di essere grande.

ALLI   6  dopo essere stato nominato per la seconda volta consecutiva Young Player of the Year non riesce a lasciare il segno a Selhurst Park. Anche se alla fine va vicino al gol in un paio di occasioni.

KANE   6.5  la sua caparbietà porta al pesantissimo gol di Eriksen. Una volta tanto si accontenta del ruolo di gregario.

SISSOKO   6.5  utile alla manovra e nella melina finale, soprattutto quando, grazie al suo fisico, tiene gli avversari in scacco sulla bandierina del calcio d’angolo.

SON   6   partecipa all’assedio della ripresa senza particolari acuti.

 

GLI AVVERSARI   6  dopo aver battuto Chelsea, Arsenal e Liverpool nell’ultimo periodo, era sicuramente un crocevia importante per la nostra stagione. Prova superata a pieni voti dai nostri, contro un avversario che tutto sommato a venduto cara la pelle, senza però riuscire a replicare dopo il gol partita di Eriksen.

 

Il Pagellone di SPURS 4-0 Watford

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6.5  al rientro dopo l’indisposizione che l’ha tenuto fuori nel match di mercoledì in Galles, deve compiere qualche intervento nei primi minuti dell’incontro. Dopo la metà del primo tempo, grazie allo strapotere mostrato dai suoi compagni, la sua presenza in campo è una mera formalità.

TRIPPIER   7.5  è un terzino con piedi da traquartista e lo dimostra servendo sempre palloni interessantissimi ai suoi compagni. Dimostra inoltre di essere un’ottima alternativa sulla corsia di destra, per consentire a Walker di rifiatare di tanto in tanto.

ALDERWEIRELD   7   ennesimo clean sheet casalingo, ennesima prestazione impeccabile.

VERTONGHEN   7  dietro è un muro, e si fa vedere anche nella metà campo avversaria con un contropiede ispirato da un passaggio illuminante di Eriksen.

DAVIES   6.5  dietro non deve compiere particolari interventi e partecipa dignitosamente al possesso, senza mai cercare giocate interessanti.

DIER   7.5  nello scorso pagellone me lo sono dimenticato e non deve averla presa benissimo. Oggi mi obbliga a scrivere il suo nome scaricando in rete il pallone del raddoppio con un potente tiro dal limite.

DEMBELE   7  ennesima dimostrazione di superiorità in mezzo al campo.

SON   8  (Man of the Match) tra fine primo tempo ed inizio ripresa ammazza la gara con due splendidi gol. Soltanto la traversa e un errore da pochi passi gli negano la gioia di portarsi a casa il pallone. 

ERIKSEN   7  delizia il pubblico di White Hart Lane con qualche numero di magia e delle giocate illuminanti.

ALLI   7.5  sblocca la gara con uno spettacolare tiro a giro, praticamente da fermo, che non lascia scampo a Gomes. Che piede e che personalità!

JANSSEN   5  dopo la bella partita di mercoledì Poch gli offre un’altra chance da titolare, ma l’olandese delude per l’ennesima volta non riuscendo a far male alla rivedibile difesa della banda Mazzarri. Come detto da Scandellari: “Questo non segna neanche se gliela buttano addosso!”

KANE   7  al rientro dall’infortunio, dimostra di essere pronto per tornare a guidare il nostro attacco, cogliendo anche una traversa su punizione nel finale.

SISSOKO  SV

ONOMAH  SV

 

GLI AVVERSARI   4  giocare contro di noi in questo momento ed a White Hart Lane è obbiettivamente difficile, ma gli uomini di Mazzarri appaiono comunque troppo arrendevoli.

 

Il Pagellone di SPURS – Everton 3-2

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

 

LLORIS   6   Partita strana per il nostro capitano, alla 200esima in maglia Spurs. Il lavoro della difesa fa si che Hugo non debba compiere nessuna parata di rilievo, ma solo raccogliere tiri smorzati. Sfortunatamente concede due gol sulle due uniche occasioni avute dagli avversari. Ci fa trattenere il respiro con un’uscita un pò avventata sul 2-1.

WALKER   6   Baines gli sta spesso attaccato, e riesce ad andargli via solo in occasione del presunto rigore ad inizio match. Meno pungente del solito ma la difesa a tre gli va a genio, permettendogli di essere uomo in più in fase offensiva. 

DIER   6   per 80′ l’Everton spara a salve, merito dell’eccellente lavoro difensivo della squadra. Si fa anche apprezzare per un perfetto lancio per Walker per il sopracitato episodio. Perde un pò di concentrazione a fine gara, facendosi scappare Valencia per il 3-2. Ergo mezzo voto in meno.

ALDERWEIRELD   6.5   tiene a bada Lukaku per praticamente tutta la partita, dirige sapientemente l’orchestra in fase difensiva.

VERTONGHEN   7.5 Oggi mostruoso. Gli perdono anche l’essere scivolato per il 2-1 di Lukaku. Cancella il connazionale dalla partita, e nel primo tempo compie un paio di interventi da manuale del difensore. Spesso uomo in più in spinta, trova quasi il gol con un missile respinto da Robles. Avesse segnato, avrei dato a lui il MOTM.

DAVIES   6.5   Danny Rose è tutta un’altra cosa, lo sappiamo. Ma il terzino gallese oggi non sfigura contro il pericoloso Coleman, che finisce con innervosirsi vista la pochezza di palloni giocabili. Parte del merito va anche a Ben Davies.

WANYAMA   6.5   La statistica dice che non ha saltato un minuto di Premier League quest’anno. Giocatore fondamentale a mio avviso. Entrato in punta di piedi, si è preso un posto da titolare, che nessuno credo possa toglierli. La gara a centrocampo è rude e maschia, pane per i denti della diga kenyana. Va quasi in gol con un tiro smorzato sul palo. 

DEMBELE   6.5   Koeman è un allenatore preparato e sa quanto importante Mousa sia per la nostra costruzione offensiva. Infatti Mousa si trova spesso raddoppiato e non riesce ad esprimersi come suo solito. Tuttavia compie una giocata decisiva andando a pressare alto i centrali avversari che regalano il pallone ad Alli che serve Kane per il 2-0. 

ERIKSEN   5.5   Unico insufficiente a mio parere. Un pò avulso dal gioco. Come detto su, la partita a centrocampo è molto dura, ed il danese tende a stare alla larga. Mette qualche palla interessante su gioco da fermo, ma meno presente rispetto alle ultime uscite. 

ALLI   6.5   Alcuni giocatori avversari tentano di innervosirlo, conoscendo il carattere fumantino del nostro numero 20. Dele è bravo a non cadere nella trappola ed a pensare alla propria partita. Serve a Kane la palla del 2-0. Chiude il match con un inserimento sontuoso ed un tocco altrettanto pregevole. 13 gol in campionato, più di gente come Aguero, Mané o Hazard.

KANE   8  (Man of the Match)   5 gol in una settimana, 19 in campionato e capocannoniere, persino saltando due mesi per infortunio. Si mangia un paio di gol che gli darebbero la tripletta, ma fino a quel momento è letale. Il primo gol è superbo, non solo per l’esecuzione ma per come lo ha voluto. Williams la mette sul piano del wrestling, e per i primi 19′ si vede zero. Allora Hurrikane decide di andarsi a prendere la palla venti metri più indietro, per poi spedirla all’angolino con un gran destro che non lascia scampo a Robles. Poi al 55′ timbra la doppietta personale a tu per tu con il portiere spagnolo dei Toffees.

WINKS   6.5   entra subito nel vivo del gioco e si fa apprezzare per la lotta a centrocampo. Serve un delizioso pallone ad Alli per il 3-1, bravo ad intuire il movimento del compagno ed a servirlo con precisione.

JANSSEN   6.5   entra per tenere su palla e guadagnare falli. L’olandese si procura un paio di punizioni preziosissime, dalla prima della quali nasce il 3-1 di Alli. 

SISSOKO   sv  entra nel finale per rimpolpare il centrocampo, ma gioca troppo poco per giudicarlo. 

 

GLI AVVERSARI   5.5   Molto più solidi degli avversari scesi al Lane di recente, almeno in avvio. Tengono molto bene il campo e giocano di prima con efficacia. Il gol di Kane li spegne, rischiando spesso di capitolare. Regalano il 2-0 e di li in poi il Tottenham è in controllo. Ci credono quando Lukaku trova il 2-1, ma non sanno neanche loro come siano riusciti a segnarne due gol in una partita in cui sono stati tenuti a bada benissimo.