Il Pagellone di SPURS – Manchester United 2-1

Courtesy of www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6  Voto politico per il nostro capitano. Mai chiamato in causa, deve solo preoccuparsi di due velenosi tiri a girare del connazionale Martial. Non può nulla sul gol degli ospiti.

TRIPPIER   6   Meriterebbe di più per la solita prestazione importante, ma si fa saltare troppo facilmente da Martial in occasione del gol. Comunque si dimostra nuovamente una riserva di lusso.

ALDERWEIRELD   6.5   Come al solito preciso e puntuale in chiusura, il tutto condito dalle solite millimetriche sciabolate. Cancella Martial nel primo tempo, costringendolo a girare al largo per cercare maggiore fortuna. 

VERTONGHEN   6   Per Jan varrebbe lo stesso discorso fatto per Toby, ma si fa sorprendere da Rooney per il 2-1 che riapre i giochi. Altra prestazione solida, peccato per la distrazione. 

DAVIES   6.5   fa il suo sulla corsia di sinistra, sontuoso il suo cross per Wanyama. 

WANYAMA   7  già idolo della folla, apre nel migliore dei modi #TheLaneTheFinale. Elevazione degna di un giocatore NBA, ed imperioso colpo di testa che non lascia scampo a De Gea. Per il resto solita diga in mezzo al campo.

DIER   6.5  quantità e qualità sia in fase di possesso sia in rottura. Ho lasciato il commento del derby con l’Arsenal :)

ERIKSEN   7  Prestazione all’altezza del titolo di Player Of The Year. Sempre nel vivo del gioco, serve a Kane un delizioso pallone che l’uragano trasforma in oro. 12 assist nelle ultime 15 giornate. Quando è in giornata, è uno dei migliori d’Europa.

ALLI   6.5   Oggi non segna, ma è una costante spina nel fianco per i difensori dello United. Si guadagna con furbizia la punizione da cui scaturisce il 2-0.

SON   6  Son è così, prendere o lasciare. Moto perpetuo, crea sempre un pò di apprensione con la sua velocità e tecnica. Purtroppo però molto spesso si perde in un bicchier d’acqua. Meno brillante rispetto al Player of the month di aprile.

KANE   7.5  (Man of the Match)   lotta su ogni pallone, fa salire la squadra, torna a difendere. Attaccante totale. Segna il 49esimo gol tra le mura amiche con un tocco da vero rapace dell’area di rigore. Lo si vede segnare in tutti i modi, l’emblema dell’attaccante moderno.

DEMBELE  (dal 72′)   sv

WALKER  (dall’82’)   sv

 
GLI AVVERSARI   5.5   praticamente inesistenti nel primo tempo. Nel secondo tempo crescono leggermente e riescono a segnare un gol estemporaneo con Rooney (forse autogol Vertonghen). Primo e unico gol segnato dallo United in casa di una top 6, tipico di un atteggiamento votato a non prenderle. Incidono anche le scelte in ottica Europa League.