Il Pagellone di Everton – SPURS 0-3

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

 

LLORIS   6   Quasi uno spettatore pagato e non pagante. La nostra difesa concede un solo tiro in porta all’undici di Koeman, facendo passare un pomeriggio tranquillo al nostro capitano.

TRIPPIER   6   Ricopre bene il ruolo di wing-back coprendo egregiamente tutta la fascia. Prestazione sufficiente sia in ambito difensivo che offensivo. 

ALDERWEIRELD   6.5   Difesa praticamente perfetta nel pomeriggio in Merseyside. Toby la guida sapientemente.  

VERTONGHEN   6.5   Vale lo stesso discorso fatto per il connazionale compagno di reparto. 

SANCHEZ   6.5   Resosi famoso in settimana per un volo di prima classe regalato a Dani Alves, il colombiano gioca un’ottima partita al suo esordio da titolare. Rapido, forte fisicamente, sembra già in sintonia con gli altri due centrali ex Ajax. Se il buongiorno si vede dal mattino…

DAVIES   7.5   (Man of the Match ex-aqueo)   Grande pomeriggio per il terzino gallese. Propizia il gol dello 0-2 costringendo Pickford ad una difficile respinta, successivamente serve a Kane una palla perfetta per il gol che chiude la partita. Sia lui che Trippier fanno pagare caro a Koeman la scelta di andare a quattro in difesa. Certo Rose offre una maggiore presenza fisica e maggiore corsa, ma Ben non ce lo sta certo facendo rimpiangere troppo. 

DIER   6.5   Importantissimo lavoro a centrocampo per non concedere tempo e spazio a giocatori tecnici come Rooney, Klaassen e Sigurdsson. Insieme a Sissoko forma una grande cerniera che permette a quelli davanti di esprimersi liberamente, allo stesso tempo offrendo ulteriore protezione ad una già impeccabile difesa. 

SISSOKO   6   Buona prestazione del francese nell’inconsueto ruolo di interno di centrocampo. Bene in fase di interdizione, un pò meno in impostazione e tocco finale. Potrebbe ricevere un voto più alto, ma a volte il suo decision-making e la sua esecuzione sono ampiamente rivedibili. Vedasi un’occasione in cui poteva tranquillamente evitare di andare in fuorigioco, un passaggio cortissimo su un contropiede, e il colpo di testa che spara in curva a tu per tu con Pickford.

ERIKSEN   7   A differenza di altre stagioni, quando entra in condizione intorno a novembre, quest’anno il danese è già ampiamente in palla. Grande intelligenza calcistica, supportata da tecnica sublime. Certe sue giocate sono una delizia per gli occhi. Si traveste da rapace d’area per il gol che incanala la partita verso la vittoria ospite. Piccola nota di colore, raggiunge Lord Bendtner al vertice dei danesi più prolifici in Premier (!!!).  

ALLI   6   Meno scintillante di quanto sia abituato, oggi lascia il palcoscenico ad altri compagni. Comunque sempre nel vivo del gioco, ma a volte eccessivamente lezioso. Per esempio, ha sul piede la palla dello 0-3, ma invece di un più sicuro piattone, cerca la giocata “alla Di Canio” con risultati rivedibili. Meno male che il tutto sia stato ininfluente ai fini del risultato finale. 

KANE   7.5   (Man of the Match ex-aqueo)   Diciamo che in realtà meriterebbe 100! 100 come i suoi gol con la nostra maglia, 79 in Premier League. E praticamente saltando ogni anno qualche match per infortunio, e senza mai timbrare ad agosto. Non credo nelle coincidenze e nella scaramanzia, ma il fatto che appena iniziato settembre abbia già segnato 4 gol (2 in nazionale) è quasi incredibile. Primo gol oggi quasi senza cercarlo – però cosa aspettarsi da uno che vede la porta come pochi?. Secondo gol come da abitudine. I primi due di una lunga serie. 

DEMBELE   sv   (dal 71′) 

WINKS   sv   (dal 78′) 

SON   sv   (dall’ 85′)

GLI AVVERSARI   5   Ci si aspetterebbe di più da una squadra che ha speso tanto in estate, comprando ottimi giocatori. Seconda sconfitta in due contro squadre di calibro superiore. C’è ancora tanto da lavorare per Koeman per trovare l’assetto migliore.