Il Pagellone di SPURS 2-1 Southampton

fonte: tottenhamhotspur.com

fonte: tottenhamhotspur.com

LLORIS 6 nessun intervento complicato, incolpevole sul gol ma un po’ impreciso nei rinvii, che spesso finiscono direttamente in laterale.

WALKER 6 non la sua migliore performance: non riesce ad incidere come al solito sulla corsia di destra e spesso Redmond lo costringe a pensare più a difendere che ad attaccare. Presentazione comunque sufficiente.

DIER 6.5 ferma sempre il diretto avversario e non si fa mai cogliere fuori posizione.

ALDERWEIRELD 6 governa bene la difesa, ma cicca goffamente il pallone in occasione del gol degli ospiti che riapre l’incontro.

VERTONGHEN 6.5 dal suo lato non arrivano grossi pericoli, si limita a controllare e far ripartire la manovra. Continua a leggere

Il Pagellone di SPURS – Everton 3-2

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

 

LLORIS   6   Partita strana per il nostro capitano, alla 200esima in maglia Spurs. Il lavoro della difesa fa si che Hugo non debba compiere nessuna parata di rilievo, ma solo raccogliere tiri smorzati. Sfortunatamente concede due gol sulle due uniche occasioni avute dagli avversari. Ci fa trattenere il respiro con un’uscita un pò avventata sul 2-1.

WALKER   6   Baines gli sta spesso attaccato, e riesce ad andargli via solo in occasione del presunto rigore ad inizio match. Meno pungente del solito ma la difesa a tre gli va a genio, permettendogli di essere uomo in più in fase offensiva. 

DIER   6   per 80′ l’Everton spara a salve, merito dell’eccellente lavoro difensivo della squadra. Si fa anche apprezzare per un perfetto lancio per Walker per il sopracitato episodio. Perde un pò di concentrazione a fine gara, facendosi scappare Valencia per il 3-2. Ergo mezzo voto in meno.

ALDERWEIRELD   6.5   tiene a bada Lukaku per praticamente tutta la partita, dirige sapientemente l’orchestra in fase difensiva.

VERTONGHEN   7.5 Oggi mostruoso. Gli perdono anche l’essere scivolato per il 2-1 di Lukaku. Cancella il connazionale dalla partita, e nel primo tempo compie un paio di interventi da manuale del difensore. Spesso uomo in più in spinta, trova quasi il gol con un missile respinto da Robles. Avesse segnato, avrei dato a lui il MOTM.

DAVIES   6.5   Danny Rose è tutta un’altra cosa, lo sappiamo. Ma il terzino gallese oggi non sfigura contro il pericoloso Coleman, che finisce con innervosirsi vista la pochezza di palloni giocabili. Parte del merito va anche a Ben Davies.

WANYAMA   6.5   La statistica dice che non ha saltato un minuto di Premier League quest’anno. Giocatore fondamentale a mio avviso. Entrato in punta di piedi, si è preso un posto da titolare, che nessuno credo possa toglierli. La gara a centrocampo è rude e maschia, pane per i denti della diga kenyana. Va quasi in gol con un tiro smorzato sul palo. 

DEMBELE   6.5   Koeman è un allenatore preparato e sa quanto importante Mousa sia per la nostra costruzione offensiva. Infatti Mousa si trova spesso raddoppiato e non riesce ad esprimersi come suo solito. Tuttavia compie una giocata decisiva andando a pressare alto i centrali avversari che regalano il pallone ad Alli che serve Kane per il 2-0. 

ERIKSEN   5.5   Unico insufficiente a mio parere. Un pò avulso dal gioco. Come detto su, la partita a centrocampo è molto dura, ed il danese tende a stare alla larga. Mette qualche palla interessante su gioco da fermo, ma meno presente rispetto alle ultime uscite. 

ALLI   6.5   Alcuni giocatori avversari tentano di innervosirlo, conoscendo il carattere fumantino del nostro numero 20. Dele è bravo a non cadere nella trappola ed a pensare alla propria partita. Serve a Kane la palla del 2-0. Chiude il match con un inserimento sontuoso ed un tocco altrettanto pregevole. 13 gol in campionato, più di gente come Aguero, Mané o Hazard.

KANE   8  (Man of the Match)   5 gol in una settimana, 19 in campionato e capocannoniere, persino saltando due mesi per infortunio. Si mangia un paio di gol che gli darebbero la tripletta, ma fino a quel momento è letale. Il primo gol è superbo, non solo per l’esecuzione ma per come lo ha voluto. Williams la mette sul piano del wrestling, e per i primi 19′ si vede zero. Allora Hurrikane decide di andarsi a prendere la palla venti metri più indietro, per poi spedirla all’angolino con un gran destro che non lascia scampo a Robles. Poi al 55′ timbra la doppietta personale a tu per tu con il portiere spagnolo dei Toffees.

WINKS   6.5   entra subito nel vivo del gioco e si fa apprezzare per la lotta a centrocampo. Serve un delizioso pallone ad Alli per il 3-1, bravo ad intuire il movimento del compagno ed a servirlo con precisione.

JANSSEN   6.5   entra per tenere su palla e guadagnare falli. L’olandese si procura un paio di punizioni preziosissime, dalla prima della quali nasce il 3-1 di Alli. 

SISSOKO   sv  entra nel finale per rimpolpare il centrocampo, ma gioca troppo poco per giudicarlo. 

 

GLI AVVERSARI   5.5   Molto più solidi degli avversari scesi al Lane di recente, almeno in avvio. Tengono molto bene il campo e giocano di prima con efficacia. Il gol di Kane li spegne, rischiando spesso di capitolare. Regalano il 2-0 e di li in poi il Tottenham è in controllo. Ci credono quando Lukaku trova il 2-1, ma non sanno neanche loro come siano riusciti a segnarne due gol in una partita in cui sono stati tenuti a bada benissimo.