Il Pagellone di Southampton – SPURS 1-4

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

Courtesy of: www.tottenhamhotspur.com

 

LLORIS   5.5   pronti via e deve raccogliere il pallone dalla rete. Praticamente mai impegnato successivamente, si lascia andare a qualche zingarata che ci tiene con il fiato sospeso per qualche secondo, per fortuna senza conseguenze.

WALKER   6   Solita partita di corsa e impegno, senza infamia e senza lode.

DIER   5.5   Sembra ancora pagare una stagione giocata da frangiflutti piuttosto che da difensore centrale. Meno sicuro del compagno di reparto.

VERTONGHEN   6   Salta con i tempi sbagliati in occasione del gol dei Saints, ma subito dopo chiude provvidenzialmente evitando il 2-0. Dopo di che ordinaria amministrazione, ma si fa stupidamente ammonire facendo scattare la squalifica per Watford away (dai almeno riposa in attesa di Diego Costa).

ROSE   7   Trovatemi un terzino sinistro migliore in Premier League. Uomo in più in fase offensiva, arriva spesso sul fondo creando grossi problemi alla difesa dei Saints. Valore aggiunto in questa fase di stagione.

WANYAMA   6.5   Solita partita di sostanza in mezzo al campo. Si scrolla di dosso la pressione iniziale e qualche fischio del St.Mary’s e domina nella zona centrale. Per poco non ci porta in vantaggio già nel primo tempo con un’interessante incursione solitaria.

DEMBELE   6   All’inizio soffre tanto la pressione dei padroni di casa, poi i ritmi si abbassano e controlla le operazioni.

ERIKSEN   7   Torna ad inventare come sa. Calcio d’angolo pennellato sulla testa di Harry Kane, poi lancio illuminante per Son (anche se deviato) in occasione dell’1-3. Mi deve ancora però spiegare come si fa a centrare la traversa da 7 metri.

ALLI   7.5 (Man of the Match)   50esima (!!!) presenza in Premier League festeggiata con una doppietta. Sale in cielo sovrastando Van Dijk in occasione dell’1-1, procura rigore e rosso, ed infine chiude la festa con il gol dell’1-4. 16 gol ed una decina di assist nella prima stagione e mezza ad alti livelli. Pochi hanno fatto meglio di lui a neanche 21 anni.

SISSOKO   7    Le sue accelerazioni spaccano a metà il centrocampo di Puel e creano spesso situazioni pericolose, incluso il rigore. Da un suo cross sporcato nasce il pareggio di Alli e si fa sempre trovare nel vivo dell’azione. Sta trovando continuità e Pochettino lo sta giustamente buttando nella mischia. Le “critiche” di qualche settimana fa sembrano averlo svegliato.

KANE   6   Alla fine del primo tempo Federica Sciarelli era pronta ad accogliere la telefonata in studio di Pochettino. Poi si inventa un movimento dei suoi e insacca un bullet header che non lascia scampo a Forster. Il terreno del St.Mary’s lo tradisce in occasione del rigore, ricordando a tutti il miglior Billy Costacurta.

Dal 74′ SON   6.5   Tocca praticamente un solo pallone e lo spedisce precisamente nell’angolino alla sinistra di Forster. A differenza di quanto combinato con il Burnley, chiude la partita e ci evita inutili sofferenze. 

Dall’82’ WINKS   sv

Dall’89’ JANSSEN   sv

 

GLI AVVERSARI   5   Partono alla grandissima, vanno in vantaggio e ci mettono in grande difficoltà nei primi 20′. Il pareggio di Alli li seda e di là non si fanno praticamente mai più pericolosi. Ho temuto un avversario più ostico, sono scoppiati alla prima occasione.

Il Pagellone di SPURS 2-1 Burnley

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   5.5   non trasmette calma e tranquillità alla difesa come suo solito. Un paio di passaggi sbagliati e qualche uscita discutibile gli negano la sufficienza.

WALKER   6   difende male in occasione del gol degli ospiti, ma si fa perdonare servendo ad Alli il pallone che riporta il risultato in equilibrio.

DIER   6   si fa notare principalmente per un intervento in scivolata alla disperata su Gray: per nostra fortuna l’intervento è pulito e l’arbitro giustamente lascia correre.

VERTONGHEN   6   non ha la giornata tranquilla che forse pensava di passare. Barnes e compagni infatti arrivano agguerriti a White Hart Lane e creano qualche grattacapo alla nostra difesa.

ROSE   7   (Man of the Match) avevo già una mezza idea di premiarlo come migliore in campo prima del gol partita, che ovviamente scioglie ogni dubbio a riguardo. Spinge come un forsennato sulla corsia di sinistra, ma i suoi compagni non hanno la sua stessa grinta e non riescono ad approfittare delle diverse occasioni create dal nostro terzino.

WANYAMA   6   non è in campo per fare la differenza, quindi non sarebbe onesto prendersela con lui per la nostra mancanza di gioco.

DEMBELE   5   spento e senza idee. Se deve giocare così è meglio che si accomodi in panchina (anche se purtroppo le alternative non ci sono..)

WINKS   5.5   abbastanza inutile; una squadra che punta a posizioni di alta classifica non può schierare un giocatore del genere nell’undici titolare.

ERIKSEN   5   non crea nulla di interessante e sciupa malamente un colpo di testa da due metri su un’ottima iniziativa di Rose.

ALLI   6.5   inizia sprecando malamente su un bel pallone servitogli da Kane; poi però segna il gol del pari e nella ripresa per poco non trova la doppietta con un colpo da biliardo. L’atteggiamento però è migliorabile.

KANE   5   sembra Janssen.

SISSOKO   6.5   ha un buon impatto sul match, dando la scossa sulla fascia destra e servendo a Rose il pallone del gol del definitivo due a uno.

SON   5.5   ha sui piedi il pallone per chiudere l’incontro, ma preferisce tenerci tutti sulle spine fino all’ultimo secondo.

DAVIES   sv

 

GLI AVVERSARI   6.5   i telecronisti di CNBC ad inizio match ricordano che il Burnley non ha mai vinto a Londra in Premier League e non ha mai vinto fuori casa in questa stagione, ma gli ospiti arrivano a White Hart Lane con lo spirito giusto e riescono ad impensierire la nostra retroguardia ed a frustrare i nostri attaccanti per buona parte del match. Alla fine però il gap tecnico viene fuori e, nonostante i gufi di CNBC, restano ancora a bocca asciutta.

 

Il Pagellone di SPURS 3-0 Hull City

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   7   nonostante la partita sia senza storia, il nostro portiere è chiamato in causa diverse volte e deve compiere anche qualche intervento impegnativo per salvare il clean sheet.

WALKER   6.5   nel primo tempo non si fa vedere molto, ma nella ripresa cresce e serve ad Eriksen il pallone del due a zero che mette in discesa l’incontro.

ALDERWEIRELD   6   serata tranquilla per il difensore belga tornato da poco dall’infortunio.

VERTONGHEN   7   una sua zingarata nella metà campo avversaria per poco non si tramuta in gol. 

ROSE   7   nel primo tempo è tra i protagonisti principali, infatti insistiamo particolarmente sul lato sinistro. E da una sua iniziativa nasce il gol che apre le danze. 

WANYAMA   6.5   qualche giorno fa avevo scritto che nessuno gli aveva mai spiegato a cosa servissero quelle porte messe ai lati del campo; evidentemente qualcuno nel frattempo deve averglielo detto, visto che mette il sigillo del tre a zero finale.

DIER   6   torna a battagliare in mezzo al campo dopo aver passato le ultime settimane nel suo vecchio ruolo di centrale di difesa a causa dell’infortunio di Alderweireld. Nel finale, con l’ingresso di Winks, viene spostato nuovamente dietro in una sperimentale difesa a tre, ma il risultato è ormai in freezer.

SISSOKO   6.5  l’ho visto in crescita, evidentemente le dure parole di Pochettino devono avergli dato la scossa. O almeno così spero.

ERIKSEN   8   (Man of the Match) è il fattore decisivo in questa fase delicata della stagione e spero vivamente che mantenga questa condizione durante il periodo natalizio, in cui si gioca ogni due giorni. Mette a segno i nostri primi due gol e solo il palo gli impedisce di portarsi a casa il pallone (che in quella circostanza entra lo stesso in porta grazie al tap-in di Wanyama).

ALLI   6   ha un paio di occasioni nel primo tempo, ma non riesce a sfruttarle a dovere.

KANE   5.5   è l’unica nota negativa di questa bella e tranquilla serata a White Hart Lane. Non riesce d impensierire praticamente mai la difesa avversaria.

WINKS   6  entra a risultato acquisito, ma sta in campo abbastanza a lungo da meritarsi un voto ed un commento. Il fatto che non sappia cosa scrive a suo riguardo è solo un dettaglio.

SON   sv   per qualche minuto sono stato costretto a vedere uno streaming coreano (visto che firstrow mi dava problemi) e sono convinto che stessero insultando il Poch per aver lasciato il loro beniamino in panchina. Visto come è andata e come sta giocando ultimamente, direi che può benisimo continuare a stare seduto.

N’KOUDOU   sv

 

GLI AVVERSARI   5   esattamente l’Hull che mi aspettavo, nè più nè meno. Ma se voglio restare in Premier devono fare qualcosa in più.

 

Il Pagellone di Man United 1-0 SPURS

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   6.5   compie una bella parata in avvio su Pogba, e successivamente viene salvato dal palo su una punizione del francese ex Juve. Nulla può sul gol partita di Mkhitaryan.

WALKER   5.5 non spinge come al solito, e quando si propone in avanti è stranamente impreciso.

ALDERWEIRELD  6  torna al centro della nostra difesa per questo importante match all’Old Trafford, ma non riesce ad evitarci la sconfitta.

VERTONGHEN   5.5  pronti via e da una sua lettura sbagliata nasce una ghiotta occasione per Pogba. In generale soffre la fisicità di Ibra.

ROSE   5.5  deve fare i conti con un Mkhitaryan particolarmente ispirato, fino a che l’armeno ha la peggio in uno scontro di gioco proprio con Danny.

WANYAMA   5.5  ha sulla testa la palla del pari, ma nessuno gli ha mai spiegato a cosa servono le porte.

DEMBELE   6   qualche buona iniziativa, ma nulla di eclatante e soprattutto nulla che può aiutarci ad uscire dai guai.

SON   5   il ritratto dell’evanescenza. Non riesce mai ad impensierire l’avversario diretto.

ERIKSEN   6.5   gli unici grattacapi a De Gea arrivano dai suoi piedi, ma per nostra sfortuna non riesce ad andare a segno per la terza partita di campionato consecutiva.

ALLI   5   la superficialità con cui affronta l’incontro farebbe infuriare anche Gandhi. Resta misteriosamente in campo per tutti e 96 i minuti di gioco.

KANE   5  a volte anche i supereroi incappano in giornate no. Ed è quello che succede oggi ad Harry all’Old Trafford. Non solo non riesce mai ad impensierire De Gea, ma perde malamente il pallone nell’azione del gol dei padroni di casa.

SISSOKO  6.5  (Man of the Match) prova a dare la scossa dalla panchina. Arriva diverse volte al cross, ma i suoi compagni non riescono mai ad approfittarne.

WINKS   sv

N’KOUDOU   sv
GLI AVVERSARI   6.5   non sono la corazzata dei tempi di Sir Alex, ma riescono a sfruttare le nostre debolezze e a difendersi ordinatamente.

Il Pagellone di SPURS 5-0 Swansea

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

Fonte: www.tottenhamhotspur.com

LLORIS   sv   come sottolineato da Nicola Roggero in telecronaca, tocca il primo pallone con le mani all’ottantesimo. I cigni non riescono ad arrivare praticamente mai dalle sue parti in tutta la partita.

WALKER   7   inizia il match ricevendo una poco piacevole pedata in faccia da parte di Taylor. L’arbitro incredibilmente grazia il terzino degli ospiti e non lo ammonisce nemmeno. Per fortuna non ci sono gravi conseguenze per Kyle, che riprende subito a spingere sulla corsia di destra arrivando spesso al cross.

DIER   6.5   amministra la situazione senza particolari problemi.

VERTONGHEN   6.5   vale quanto detto per il compagno di reparto.

ROSE   6.5   gli ospiti stanno arroccati nella loro metà campo (con scarsi risultati) e quindi Danny può concentrarsi sulla fase offensiva, interagendo bene con Son e gli altri compagni in fase di impostazione.

WANYAMA   6.5   gli avversari sono veramente poca cosa, per cui non deve sbattersi più di tanto per recuperare il pallone (che è quasi sempre in nostro possesso). Ha anche l’occasione per segnare, ma sotto rete dimostra di non avere l’istinto del bomber.

DEMBELE   6.5   anche lui ha vita facile e può far partire le nostre azioni senza troppo fiato sul collo.

ALLI   7   si procura il rigore che sblocca l’incontro facendosi toccare dall’ingenuo Naughton. Non segna ma mette lo zampino in diverse nostre azioni, comprese quelle dei gol.

ERIKSEN   7.5   dopo essersi sbloccato contro il Chelsea la scorsa settimana, continua il buon momento del fantasista danese, che va a referto per ben due volte.

SON   7.5   Segna un gol da cineteca in mezza rovesciata sul finire di primo tempo e serve a Kane il pallone del 3 a 0 che spezza le gambe agli avversari ad inizio ripresa.

KANE   8   (Man of the Match) decisiva la sua doppietta che tra il finire del primo tempo e l’inizio del secondo indirizza la partita sui binari giusti.

SISSOKO   sv

WINKS   sv

ONOMAH   sv

 

GLI AVVERSARI   3   di gran lunga la peggior formazione incontrata in stagione. La loro posizione in classifica è al momento meritatissima e se non cambiano qualcosa difficilmente riusciranno a salvarsi.